Ricerca nella guida


Nominativi in ordine alfabetico
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W Y Z

RUSSIA

Moscow House of Photography



 
14 Sushchevskaya str.


127030 Mosca

Retrospettiva

Max Penson ,

dal 28/11/2006 al 24/02/2007

 

Per molti anni il il nome di Max Penson resta praticamente sconosciuto nel mondo, ma in realtà il suo lavoro merita di essere menzionato a fianco di quello di Alexander Rodchenko e dei grandi fotografi sovietici tra il 1920 e il 1930. Max Penson è nato nel 1893 a Velizh vicino a Vitebsk, la città di nascita di Marc Chagall. Impara a leggere e scrivere da solo e nel 1907 entra alla Velizh Town School; più tardi compie i suoi studi al College of Art and Industry della Antokolski Society a Vilno (oggi Vilnius, Lithuania).Dal 1926 al 1949 Max Penson lavora come fotografo per la “Pravda Vostoka“ (“Verità dell’Est) creando una fotocronaca unica della vita in Uzbekistan.
Dimenticato per molti anni, nel 1996 il lavoro di Max Penson è stato esposto in Svizzera e nel 1997 il Museum “Moscow House of Photography” organizza un’altra mostra nella galleria parigina “Carré Noir”. Da allora le fotografie di Penson sono spesso state esposte in Russia e Uzbekistan, come in varie gallerie e musei americani ed europei.
La mostra “Modernism: the New World Designed. 1914—1939” al Victoria and Albert Museum di Londra include opere di due fotografi sovietici: Alexander Rodchenko e Max Penson. I due non si sono mai incontrati personalmente ma il loro incontro, nella storia della fotografia russa, sembra appropriato.


© Max Penson Maxim Gorky - father of socialist realism 1930’s- 1940’s Collection of the museum “Moscow House of Photography”

torna in alto
© Rossella Bigi Editore Tutti i diritti riservati Sviluppo HF Servizi Web